28 settembre 2016

Albo Nazionale Gestori Ambientali: alla Chambre un corso gratuito sulla Trasmissione Telematica Obbligatoria

La Sezione regionale Valle d’Aosta dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali informa che a partire dal 1° gennaio 2017, come previsto dal D.M. 120/2014, tutte le pratiche di iscrizione e variazione all’Albo dovranno essere trasmesse esclusivamente per via telematica.

Al fine di illustrare alle imprese interessate e ai professionisti l’applicativo che consente di effettuare telematicamente le istanze all’albo (Agest Telematico),  verrà realizzato un intervento formativo gratuito presso la sede dell’Institut Agricole Regional, situato in Regione La Rochère, 1/A - -11100 Aosta.

Per venire incontro ad ogni esigenza lo stesso corso sarà organizzato in due date:

 6  ottobre 2016 - dalle 9,30 alle 13,00
12 ottobre 2016 - dalle 14,30 alle 18,00

Per partecipare al corso è necessario iscriversi esclusivamente inviando un’e-mail all’indirizzo ambiente@ao.camcom.it , indicando il proprio nominativo, un recapito telefonico e la sessione (6/12 ottobre) alla quale si vuole partecipare.

Al fine di garantire la partecipazione al più ampio numero di soggetti, le iscrizioni verranno limitate ad una sola persona per soggetto/impresa.

Si fa presente che la partecipazione è consentita alle sole imprese in regola con il pagamento del diritto annuale di iscrizione.

27 settembre 2016

A #Skyway Monte Bianco il primo premio come location più spettacolare d’Italia


L’Assessorato regionale al Turismo segnala che Skyway Monte Bianco si è aggiudicata la prima edizione del BEA-Best Location Awards, nella categoria Unexpected Location. Il concorso, a cui la spettacolare funivia del Monte Bianco ha preso parte su coinvolgimento del Valle d’Aosta Convention & Visitors Bureau, ha preso in esame gli spazi e le location più interessanti in Italia, che si distinguono per la loro particolarità e per la loro natura polivalente. La giuria, composta dalle più qualificate aziende e agenzie di organizzazione eventi, ha espresso il proprio giudizio a favore di Skyway Monte Bianco proprio per la sua straordinaria spettacolarità

«La potenzialità della nuova e avveniristica struttura ubicata tra i ghiacciai era già conosciuta a ADC Group, organizzatore del premio all’interno del programma del Festival italiano degli Eventi e della Live Communication 2016 – spiega l’Assessore regionale al Turismo Aurelio Marguerettaz - . Nella primavera scorsa infatti Skyway aveva già dato prova delle sue caratteristiche all’Advisory Board di Eubea 2016, ospitato dal Valle d’Aosta Convention & Visitors Bureau, l’ufficio incardinato presso l’Assessorato, che si occupa di promuovere le location valdostane nell’ambito della Meeting Industry. Il riconoscimento ottenuto dall’impianto funiviario, che è diventato in qualche sorta simbolo della Valle d’Aosta che guarda al futuro, si inserisce in una più vasta politica di promozione della Valle d’Aosta. Una politica che punta a far diventare la regione centro di eccellenza per l’accoglienza in location uniche e simboliche».

Definita l’ottava meraviglia del mondo, Skyway Monte Bianco è una scenografia davvero unica in grado di elevare i sensi di chi la vive, ideale per organizzare in modo sensazionale meeting, eventi, registrazioni tv, servizi fotografici e qualsiasi tipologia di manifestazione. Situata ad alta quota, è un gioiello di design e innovazione tecnologica all’avanguardia che offre spazi particolari e molteplici servizi: una sala conferenze da 150 posti con vista sul Monte Bianco, 2 sale meeting modulabili, 2 ristoranti a supporto delle sale conferenze, 1 bistrot presso la stazione di Punta Helbronner, una straordinaria terrazza panoramica con vista a 360° sulle cime più alte delle Alpi e 2 stazioni di accoglienza.

In particolare, a 2.200 metri presso l’area del Pavillon du Mont Fréty è disponibile l’auditorium Delle Alpi, una sala conferenze di ultima generazione allestita con 150 posti a platea e dotata di tutti i comfort: dispositivi tecnologici avanzati per proiezioni, attrezzature necessarie per una conferenza fino a 8 relatori, 1 postazione e 80 cuffie per la traduzione in simultanea, connessione wi-fi, sala regia, sala guardaroba e sala accoglienza.

Da segnalare inoltre che la terrazza panoramica a 360° presso la stazione di Punta Helbronner può essere utilizzata come palcoscenico per un evento sul Tetto d’Europa. Con 14 metri di diametro la terrazza circolare diventa uno scenario per appuntamenti che lasciano senza fiato grazie ad una vista unica al mondo: è possibile perdersi  ad ammirare sua Maestà il Monte Bianco, in tutta la sua straordinaria imponente bellezza, e a spaziare tra tutte le altre vette, dal Cervino al Monte Rosa, dal Gran Paradiso al Gran Combin.

A completare l’offerta e le attrazioni di Skyway Monte Bianco, la Cave Mont Blanc, la cantina in cui si lavora il vino con un metodo sperimentale oltre i 2.000 metri,  lo shopping ad alta quota, la sala dedicata a un’esposizione permanente di cristalli e, nei mesi estivi,  il Giardino Botanico Saussurea con le sue 900 specie di piante alpine incredibilmente rare e il parco giochi Skyway For Kids.

Proprio questo contesto unico e speciale è stato premiato come Unexpected Location per l’organizzazione di eventi.

26 settembre 2016

Giornata dell’Artigiano: “Ma quanto sono bravi”


Valorizzare il mondo dell’artigianato produttivo valdostano e della piccola e media impresa facendo conoscere ai cittadini il savoir faire degli artigiani e promuovendo la cultura del “made in VdA”: è questo il fine della Giornata dell’Artigiano che si svolgerà in piazza Chanoux ad Aosta sabato 8 ottobre.

Organizzata dalle associazioni di categoria valdostane CNA e Confartigianato, dall’Ordine degli Architetti insieme alla Chambre Valdôtaine, con il supporto di Valfidi, Ebava, CNOS-FAP, BCC Valdôtaine e con il patrocinio del Comune di Aosta, l’iniziativa sarà presentata nel corso di una conferenza stampa giovedì 29 settembre, alle ore 14.30, nella saletta dell’Hôtel des Etats di Aosta.

Interverrano all’appuntamento il presidente della CNA Valle d’Aosta, Salvatore Addario, il segretario di Confartigianato Valle d’Aosta, Aldo Zappaterra, il presidente della Chambre Valdôtaine, Nicola Rosset, Luciano Bonetti, consigliere dell’Ordine degli Architetti della Valle d’Aosta, e il vicesindaco e assessore alle Attività produttive del Comune di Aosta, Antonella Marcoz.

24 settembre 2016

I 100 anni della #Cogne: l'intervento di Giuseppe Marzorati

Per i 100 anni della Cogne Acciai Speciali propongo il testo dell'intervento del Presidente della Cogne Giuseppe Marzorati. 


Presidente Rollandin,

Sindaco Centoz

Autorità tutte

Lavoratori della Cogne Acciai Speciali di oggi e di ieri

Signore e Signori,

innanzitutto a nome mio e di tutta l’azienda vi esprimo il mio più sincero e caloroso GRAZIE per aver accolto il nostro invito a condividere questo giorno di festa per i cent’anni della Cogne Acciai Speciali.

Certo, sentire il suono della sirena fa effetto e commuove per i ricordi, i sentimenti e le emozioni che suscita, così come fa effetto guardare questo video che ci proietta nel futuro e ci fa capire quanta strada abbiamo fatto e dobbiamo ancora fare.

Cent’anni, sono davvero tanti ed è forse impossibile provare a riassumerli senza dimenticare qualcosa.

Credo però che a tutti – nel pensare alla Cogne – venga in mente una storia di lavoro, impegno, integrazione e trasformazione.

Non nascondo quindi per questo l’orgoglio, la soddisfazione e l’emozione che provo nel festeggiare da Presidente i Cento anni della Cogne, anche se probabilmente non sarò io a festeggiare il bicentenario.

La storia, infatti, ha voluto che fossimo noi tutti, responsabili, dipendenti di oggi e l’intera Comunità valdostana, ad avere in mano il testimone di questa immaginaria staffetta che dal 1916 - in un susseguirsi di vicende storiche, economiche, sociali e politiche - è riuscita a far conoscere e apprezzare i nostri acciai ai quattro angoli della Terra.

Per questo mi piace pensare alla Cogne come ad una ambasciatrice della Valle d’Aosta nel Mondo, dove esportiamo più dell’80% della produzione attraverso le nostre sedi sparse in America, Asia ed Europa.

Ma l’onore di rappresentare oggi la COGNE, è bene non scordarlo mai, porta con sé anche una grande responsabilità verso coloro che ci hanno preceduto ma anche e soprattutto verso i nostri figli.

· Verso coloro che ci hanno preceduto perché hanno permesso che la Cogne si affermasse come leader mondiale dei produttori di acciai inossidabili lunghi.

· Verso i nostri figli, ossia i figli di questa Regione, perché nei prossimi anni saranno chiamati a ricevere il nostro testimone e sarà nostro compito consegnarglielo al meglio.

La Cogne – è vero – ha ricevuto molto da questo territorio; ma è altrettanto vero che ha dato tanto alla città di Aosta e alla sua Regione generando, alimentando e determinandone lo sviluppo e le caratteristiche sociali, oltre che urbanistiche.

Come meglio di me potrà ricordare il dottor Rivolin, dopo la crisi dell’acciaio gestito dalla società pubblica che negli anni ’80 ha quasi messo in ginocchio l’intero comparto siderurgico italiano e valdostano, la nostra fabbrica, di fatto, è rinata nel 1993 dall’incontro di due tradizioni che hanno dato il via al progetto Cogne Acciai Speciali:

· una centenaria, imperniata sulla Valle d’Aosta capace di distinguersi nell’immediato dopoguerra nella produzione di acciai speciali e inossidabili

· e una di imprenditoria familiare consolidata in più generazioni e desiderosa di investire per far crescere questa eccellenza.

Così, da questo connubio, fatto di tradizione, lavoro e impegno, ma anche di progettualità, innovazione e persone qualificate, la Cogne Acciai Speciali ha tratto la forza necessaria per tornare a conquistare i mercati mondiali, ad affermarsi tra i principali produttori di acciai e ad essere nuovamente un’importante e qualificata opportunità occupazionale per la Comunità valdostana.

E proprio a testimoniare questo legame con il passato che ha permesso di proiettarci verso il futuro, abbiamo deciso di premiare con l’onorificenza Ancien Travailleur i lavoratori più anziani che hanno lavorato presso la Cogne e con il premio Fedeltà Cogne quanti oggi sono impiegati da più tempo presso il nostro stabilimento.

Con questa cerimonia vogliamo quindi ricordare che guardiamo al futuro senza scordare le solide radici sulle quali cercheremo di continuare a costruire una fabbrica moderna e competitiva.

Prima di lasciare la parola al dott. Rivolin, vorrei ringraziare quanti si sono prodigati affinché quella che era nata come una festa dei dipendenti e delle loro famiglie si trasformasse in una festa della Comunità valdostana.

In particolare, permettetemi di citare la Regione Valle d’Aosta con il suo ufficio cerimoniale e l’archivio storico regionale, il Comune di Aosta e la Cittadella dei Giovani.

Grazie ancora a tutti

23 settembre 2016

#Turismo e #Legalità

Mercoledì 28 settembre, alle 14.30, presso l' Hotel Duca di Aosta, si terrà la tavola rotonda sul tema «Turismo & Legalità» organizzata dall'Adava.

«Anche nella nostra regione - si legge in una nota - il fenomeno degli affitti turistici praticati da strutture ricettive abusive sta assumendo una dimensione preoccupante. Oltre al problema della concorrenza sleale con chi invece opera in trasparenza e legalità, il sottrarsi ai normali obblighi e adempimenti di legge, mette a rischio la sicurezza pubblica, l’immagine turistica della nostra destinazione e crea un danno alla collettività a causa del mancato gettito fiscale. Tale situazione, non più marginale, impone una maggiore regolamentazione del settore e, dove esistono già delle norme chiare, controlli più incisivi e severi».

Per questo con l’obiettivo dunque di capire la portata del fenomeno l’ADAVA – Associazione degli Albergatori ed Imprese Turistiche della Valle d'Aosta – ha organizzato la tavola rotonda denominata “Turismo e legalità” nel corso della quale verrà anche presentata una ricerca commissionata tramite Federalberghi nazionale su alcuni comprensori campione.

Ai lavori interverranno:

Filippo Gérard, Presidente ADAVA, Alessandro Nucara, Direttore generale Federalberghi nazionale, Aurelio Marguerettaz, Assessore regionale al Turismo, Franco Manes, Presidente CELVA, Pietro Ostuni, Questore di Aosta, Francesca Squillace, Capo area accertamento - Direzione regionale Agenzia delle Entrate e Raffaele Ditroia, Comandante regionale della Guardia di Finanza.

#Delibere di Giunta (359) - #Edilizia residenziale

PRESIDENZA DELLA REGIONE
 
Marché au Fort
La Giunta regionale ha approvato la partecipazione del Centro Europe Direct Vallée d’Aoste, nell’ambito del Piano di azione 2016, all’evento Marché au Fort, che si terrà presso il Forte di Bard il 9 ottobre 2016, attraverso l’allestimento di un proprio stand al fine di divulgare materiale informativo sull’Unione europea e sulle attività svolte dal Centro stesso.

AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI

Aiuti a fondo perduto
La Giunta regionale ha approvato i criteri applicativi e la modalità di presentazione delle domande per la concessione di aiuti a fondo perduto per favorire la ricomposizione fondiaria da parte delle microimprese e piccole e medie imprese che soddisfano i criteri di cui al regolamento UE n. 702/2014, operanti sul territorio regionale nel settore della produzione agricola primaria, con un impegno di spesa di 50 mila euro.




ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Edilizia residenziale
La Giunta regionale ha deliberato di destinare per l’attuazione dell’avviso pubblico del 15 aprile 2016, finalizzato alla concessione di mutui per la realizzazione di interventi di trasformazione edilizia e impiantistica nel settore dell’edilizia residenziale - misura “soggetti privati”, l’ulteriore somma di 2 milioni di euro a integrazione della dotazione finanziaria già determinata a valere sul fondo di rotazione istituito il 18 dicembre 2015, a favore degli enti locali e dei soggetti privati proprietari o titolari di altro diritto reale sull’immobile oggetto di intervento.

Efficientamento energetico
L’Esecutivo ha poi approvato, con riferimento alla Politica regionale di sviluppo 2014/20 e ai relativi Programmi, il Progetto strategico Efficientamento energetico edifici pubblici.

ISTRUZIONE E CULTURA

Convenzione liceo linguistico
La Giunta regionale ha approvato la bozza di convenzione tra la Regione Autonoma Valle d’Aosta, la Fondazione Liceo Linguistico Courmayeur e il Comune di Courmayeur per il funzionamento del Liceo linguistico, con sede a Courmayeur, per il periodo compreso tra l’anno scolastico 2016/2017 e l’anno scolastico 2020/2021, impegnando la somma di 284 mila 250 euro per l'anno 2016, 947 mila 500 euro per gli anni 2017 e 2018 e di 947 mila 500 euro annui per gli anni 2019, 2020 e 2021.

 Librerie antiquarie di montagna
L’Esecutivo ha poi approvato la partecipazione della Struttura attività espositive alla manifestazione denominata Librerie antiquarie di montagna, che si terrà a Verrès dal 24 al 25 settembre 2016, dando atto che, nell’ambito del manifestazione, saranno posti in vendita i cataloghi d’arte realizzati in occasione delle esposizioni curate all’Amministrazione regionale.

TERRITORIO E AMBIENTE

Programma regionale di prevenzione dei rifiuti
La Giunta regionale ha approvato la realizzazione delle prime azioni di comunicazione e di informazione in attuazione del Programma regionale di prevenzione dei rifiuti, tra le quali, in particolare, la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) per l’anno 2016, che si terrà dal 19 al 27 novembre 2016.

22 settembre 2016

#Coldiretti: la caciotta della solidarietà per i #terremotati a #LoTsaven

Martedì prossimo, ad Aosta, al mercato degli agricoltori “Lo Tsaven” di via Vevey saranno in vendita delle “caciotte” di latte vaccino prodotte dal Caseificio “Il Grifo” nella sede di Norcia utilizzano il latte prodotto dalle stalle di Amatrice, Norcia e Leonessa colpite dal terremoto. L’azione solidale di Coldiretti è estesa a tutto il territorio Nazionale al fine di sostenere gli allevamenti  particolarmente colpiti nelle strutture abitative e lavorative. Coldiretti Aosta ha già venduto oltre 200 caciotte e altre – fino ad esaurimento scorte – saranno disponibili al mercato di martedì prossimo nel capoluogo Regionale. Le “caciotte della solidarietà” sono confezionate sotto vuoto, del peso di un chilo e trecento grammi e vengono vendute alla cifra di 10 euro cadauna. Tutto il ricavato è destinato alla Cooperativa di produttori colpiti dal sisma.

Terremoto - La situazione: metà stalle inagibili, consegnata la tensostruttura per i mangimi 

Sono state dichiarate inagibili almeno la metà delle case rurali, dei fienili e delle stalle nelle campagne dove per garantire la mungitura e l’alimentazione del bestiame il lavoro non si è mai fermato e ci si prepara ad affrontare l’inverno in una situazione in cui, a differenza di quanto avviene nelle città, la stragrande maggioranza non può lasciare la propria azienda agricola per continuare ad accudire gli animali.
E’ quanto emerge dal primo bilancio dei danni elaborato dalla Coldiretti nelle campagne di Amatrice che entro un mese dalle prime scosse ha consegnato il primo modulo abitativo agricolo all'azienda Cavezzi Valeria gravemente colpita dal sisma con la morte del figlio di 13 anni e la perdita di casa e stalla nella frazione di Roccapassa ed ha inaugurato nella frazione di Sommati la grande tensostruttura della Coldiretti da utilizzare come “maxicambusa” per i mangimi necessari per garantire l’alimentazione degli animali durante l’inverno nelle aree del sisma.

«Grazie ad una mobilitazione eccezionale per gli allevatori che non possono lasciare gli animali durante l’inverno sono in arrivo decine di moduli abitativi da posizionare in prossimità delle stalle frutto della collaborazione della Coldiretti con il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani e l’azienda Danieli di Buttrio» ha affermato il presidente Roberto Moncalvo nel sottolineare che “si tratta di una importante impegno in sinergia con lo straordinario lavoro della Regione Lazio alla quale va il nostro ringraziamento per la consegna di ulteriori moduli e per aver garantito la copertura fino al 100% delle spese, sostenute o da sostenere, per la ricostituzione del patrimonio produttivo delle aziende agricole.

«In questo contesto – sostiene Moncavo - è importante l’impegno dell’Assessore all’agricoltura Carlo Hausmann che ha annunciato in settimana l’apertura del bando per reperire il fornitore dei primi ricoveri provvisori per bovini e ovicaprini che sono in grado di ospitare, a seconda degli animali, da 20 a 90 capi e saranno a disposizione degli allevatori in regime di comodato d’uso gratuito, dunque a costo zero per gli assegnatari. Mettere in sicurezza il popolo delle campagne è stato il nostro primo obiettivo ma occorre anche proteggere gli animali sfollati e per questo abbiamo realizzato la grande tensostruttura della Coldiretti per la conservazione dei mangimi necessari per garantire l’alimentazione degli animali durante l’inverno nelle aree del sisma. Una sorta di maxicambusa dove far convogliare gli aiuti alimentari per gli animali e organizzare la loro distribuzione durante l’inverno alle aziende agricole per sfamare gli il bestiame allevato».
 
Anche le verifiche di agibilità sono in fase avanzata con risultati purtroppo preoccupanti per chi sarà costretto a trascorrere l’inverno nella propria azienda per non lasciar soli gli animali con la produzione di latte nelle campagne terremotate crollata di almeno il 30% per le migliaia di scosse che hanno stressato le mucche costrette a vivere all’aperto anche con il maltempo. Gli animali sono particolarmente sensibili ai cambiamenti ambientali che creano in loro agitazione e stress riducendo di conseguenza la produzione di latte, nonostante l’impegno messo in campo dalla Coldiretti per garantire le migliori condizioni di benessere possibili.

Dopo le difficoltà iniziali nessun litro di latte viene però gettato dalle stalle di Amatrice grazie al lavoro fatto per garantire ogni giorno la mungitura e l’alimentazione delle mucche sopravvissute, raccogliere quotidianamente il latte su strade dissestate o chiuse. Un risultato reso possibile con la collaborazione dell’Associazione Italiana Allevatori (AIA) sulla base delle richieste ha consegnato carrelli per la mungitura e generatori di corrente e i Consorzi Agrari d’Italia (CAI) sono impegnati a fornire cibo per l’alimentazione degli animali.
Nelle aree colpite dal sisma si è avviato l’anticipo del pagamento dei fondi comunitari dovuti alle imprese agricole su iniziativa del Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina che insieme allo stop alle bollette, alla moratoria dei debiti da parte degli Istituti di credito, alla sospensione delle scadenze fiscali e dei versamenti sono misure necessarie per lenire una situazione di grave difficoltà e creare i presupposti per interventi di carattere strutturale.

I territori dei 17 comuni che hanno subito danni strutturali gravi si contraddistinguono tra l'altro per un’elevata densità di aziende agricole che sono oltre 7 ogni 100 abitanti, rispetto alla media nazionale di 2,7%.  Tra manodopera familiare ed esterna, le campagne delle zone colpite danno lavoro a 3.300 di persone, contribuendo in modo importante all’economia di quei territori. Sotto il profilo dell’orientamento produttivo emerge che la percentuale maggiore di superfice agricola utilizzata è destinata a prati permanenti e pascoli (71,7% rispetto al 26,7% del dato nazionale) a conferma del deciso orientamento verso le attività di allevamento con 55961 animali e il prevalere quasi ovunque delle pecore anche se i bovini sono presenti a Norcia, Cascia ed Amatrice.

Le aziende agricole censite nell’area del cratere sono 1894, di cui quasi il 35% (pari a 658 aziende) presenti nei territori perugini dell’Umbria, seguiti dalle Marche (582), dall’ Abruzzo con 372 e dal Lazio con 282 aziende nel reatino delle quali 181 ad Amatrice, le più danneggiate. La maggior parte delle aziende sono di tipo familiare condotte direttamente dal coltivatore (91,9%) e sono strutturate in forme giuridiche prevalentemente individuali (88,2%)

L’agriturismo tocca quota del 25% ed è particolarmente presente nei comuni dell’Umbria (33%), soprattutto a Norcia (50%) e a Preci (75%) mentre nelle Marche le quote principali sono a Montefortino (45,5%), Montegallo (50%) e Montemonaco (85,7%).

21 settembre 2016

#MaisonBertolin lancia un nuovo prodotto in vista dei 60 anni: #FranBon, il crudo al Genepy

Maison Bertolin, che nel 2017 celebrerà i 60 anni dalla fondazione dell'azienda, ha deciso di lanciare sul mercato un nuovo prodotto. FranBon: il crudo al Genepy. Delicato e dal sapore di montagna. Il prosciutto crudo, di fatto, era l’unico salume che mancava nel bouquet della Maison Bertolin.

Il lancio avverrà domenica 2 ottobre alla “Domenica del Gusto”, chiamata così dagli organizzatori con l'intento di valorizzare il FranBon, ma anche tutte le bontà dello “Scrigno dei Sapori” il negozio di prodotti Bertolin e tante altre specialità della Valle d’Aosta che si trova ad Arnad, in località Champagnolaz, 10.

Sarà così possibile effettuare visite guidate nel cuore della produzione. «Ci teniamo molto - si legge in una nota - alla trasparenza delle nostre lavorazioni, nella scelta accurata delle materie prime, e tutto questo vorremmo condividerlo con Voi”. Una giornata di festa! Ma non solo per degustare in esclusiva e in anteprima il FranBon: il crudo al Genepy... Senza svelare tutte le sorprese, l'evento vedrà la partecipazione di “Barbisa” il nuovo food truck firmato Bertolin, un modo moderno, creativo e appetitoso per gustare i prodotti della Maison, legati alla tradizione familiare».

Eccezionalmente per domenica 2 ottobre sarà possibile realizzare un FranBon “personalizzato”. Gli step sono molto semplici, suddivisi in quattro fasi: si sceglie la propria coscia, dopo averla firmata con il proprio nome e insaporita di erbe aromatiche e spezie preferite e si attende la stagionatura che termina a dicembre del prossimo anno”. La Sartoria Maison Bertolin vuole essere una maniera divertente per realizzare il proprio e personale“ FranBon su misura”, ma anche un modo per ristoratori e negozianti di offrire alla propria clientela un crudo esclusivo e unico.

Il Progetto
Il Cru della Maison nasce da uno dei tanti sogni della famiglia Bertolin, insieme all’entusiasmo e alla
determinazione di alcuni storici collaboratori. Il suo nome, “come si narra nelle leggende locali“ viene “partorito“ naturalmente…in una cantina con gli amici di sempre, quando assaggiando una delle prime prove sperimentali di questo prodotto, i due fratelli Bertolin, Guido e Alexandre esclamarono, (in dialetto valdostano) patois all’unisono: “ma y-et Fra nBon...” (traduzione... ma è proprio buono).

Il FranBon coniuga l’esigenza di valorizzare al massimo tutti i tagli anatomici del suino con l’opportunità di
realizzare una linea di salumi a filiera controllata, che parte dall’allevamento. La scelta è stata quella di
attingere alla filiera di allevamento del prosciutto di Parma (come per il Valle d’Aosta Lard DOP) con
l’obiettivo però, di selezionare suini con tredici / quattordici mesi di vita e alimentarli nella dieta di finissaggio
con la farina di noce, ricavata dalla spremitura dell’ormai noto Olio di Noce Dinus Donavit.

Il progetto del Cru, tre anni orsono, ha coinvolto parte del personale dell’azienda in stage formativi presso i
migliori prosciuttifici italiani. Quest’impegno è stato l’atout per riuscire a trasferire le giuste conoscenze e concludere un progetto e uno sviluppo ambizioso, quale il prosciutto crudo, dove la buona riuscita è distinguibile solo a fine stagionatura, compresa fra i quattordici e i 18 mesi.

La produzione
Dalla selezione delle cosce al prodotto finito ecco i passaggi salienti: le cosce vengono rifilate entro le 72 ore dalla data di macellazione, le parti magre vengono cosparse con sale marino grezzo e secco, mischiato alle Nostre piante aromatiche. Naturalmente non vengono utilizzate sostanze chimiche, conservanti o altri additivi.
Successivamente le cosce così salate hanno una fase di riposo a freddo di circa 90 giorni dove il sale e le erbe aromatiche assorbite penetrano in profondità, distribuendosi uniformemente all'interno. I prosciutti, in seguito, vengono lavati con acqua tiepida, eliminando eventuali residui di sale e impurità. L'asciugatura avviene sfruttando le nostre condizioni ambientali, nelle giornate di sole secche e naturalmente ventilate, perché chi conosce Arnad, qui il vento non manca mai, si può dire che è il nostro valore aggiunto… naturale.
Nella fase della sugnatura la parte muscolare scoperta ed eventuali screpolature vengono ricoperte di sugna, un impasto di grasso di maiale macinato a cui viene aggiunto un po’ di sale, di pepe macinato, farina di riso, e le Nostre piante aromatiche. La sugnatura svolge la funzione di ammorbidire gli strati muscolari superficiali evitando un asciugamento degli stessi. Dopo la sugnatura, al 7° mese, il prosciutto viene trasferito nei locali di stagionatura. All'atto del trasferimento si effettuano le operazioni di sondaggio, momento essenziale nella "vita del prosciutto". In questa fase, un ago di osso di cavallo, che ha la particolarità di assorbire rapidamente gli aromi i n t e r n i del prodotto, viene fatto penetrare in vari punti della massa muscolare a questo punto sarà un’onere nonchè un’onore dell’olfatto premiare la giusta e corretta maturazione del prosciutto. Trascorsi 12 mesi di stagionatura il prosciutto viene ri-sugnato e marchiato a fuoco per poi riposare per ulteriori due o sei mesi. In questa prima fase, grazie a un’ampliamento dello stabilimento, la capacità produttiva annuale sarà di
circa 1000 FranBon. Il prosciutto crudo, di fatto, era l’unico salume che mancava alla gamma dei prodotti di Maison Bertolin. Il FranBon viene venduto con osso o disossato intero sottovuoto a tranci e affettato.

Banca #Passadore: crescono finanziamenti e raccolta

Il Consiglio di Amministrazione della Banca Passadore (che ha una sua filiale anche ad Aosta) ha approvato la situazione dei conti al 30 giugno 2016. Nonostante la difficile fase che ha interessato il sistema bancario, nel primo semestre del corrente esercizio la Banca ha ancora registrato un ulteriore sviluppo della propria attività.

In particolare, a fine giugno i finanziamenti alla clientela salgono a 1 miliardo e 570 milioni di euro (+3,5% rispetto alla stessa data dell’anno precedente) e la raccolta totale (diretta e indiretta) cresce dell’ 1% a 6 miliardi 445 milioni di euro.

Il rapporto sofferenze nette/impieghi, nonostante il fragile quadro congiunturale, si attesta allo 0,77%, con un indice di copertura delle sofferenze pari al 64%.

L’ utile netto semestrale è pari a 10,1 milioni di euro e segna un indice di redditività “ROE” del 12,2%, notevolmente superiore a quello medio di sistema; tale dato è ottenuto senza sostanziale apporto di componenti reddituali non ricorrenti e consente di prevedere, grazie alla sola attività “ordinaria”, un risultato per l’intero esercizio 2016 in linea con quello particolarmente brillante (14,5 milioni) ottenuto l’anno scorso.

L’ indice “CET1” al 30 giugno 2016 si colloca al 13,12%.

Sotto il profilo operativo, resta significativo l’apporto di tutte le 22 filiali della Banca, tra cui in particolare quello della nuova Filiale di Roma. Ne è testimonianza la rilevante la crescita del numero dei rapporti intrattenuti con la clientela che, in sensibile accelerazione, è salito del 7,7% negli ultimi dodici mesi. Sono inoltre di prossima attivazione le procedure amministrative per trasformare in Filale l’Ufficio di Rappresentanza di Alba (CN), creato a seguito del recente accordo di collaborazione e partecipativo con il Banco di Credito P.Azzoaglio di Ceva.

Infine, tra i vari eventi organizzati dalla Banca, anche quest’anno nel prossimo mese di novembre si terrà la quarta edizione degli Incontri di Economia e Finanza “Agostino Passadore” per la quale è già confermata la partecipazione di relatori di rilievo del panorama economico e finanziario nazionale.

19 settembre 2016

100 anni di #CogneAcciaiSpeciali

«Una storia di lavoro, impegno, integrazione e trasformazione. Ecco spiegato perché il testimone che oggi abbiamo in mano ha un valore unico che trae origine dal passato e che, per poter continuare a correre, deve essere alimentato da una nuova, vivace e creativa linfa che, per vincere e guardare al futuro, non deve scordare le sue origini e le sue radici». Sono queste le parole dell’Ingegner Giuseppe Marzorati, Presidente della Cogne Acciai Speciali, che si appresta a festeggiare con i dipendenti dello stabilimento e, naturalmente, con le loro famiglie, 100 anni di storia. Questa importante realtà – non solo da un punto di vista produttivo e industriale, ma anche per il legame con le persone e con il territorio valdostano – verrà celebrata con una serie di iniziative: la mostra fotografica allestita sotto i portici del Comune di Aosta e il suo catalogo “100 Anni di Cogne – 100 Years of Cogne”, oltre agli eventi in programma per il prossimo fine settimana. 

Gli appuntamenti avranno inizio sabato 24 settembre – a partire dalle ore 17.30 – presso la Cittadella dei Giovani dove verranno insigniti dell’onorificenza di “Ancien Travailleur Cogne” 5 ex dipendenti (Alberto Jammaron – classe 1915, Lorenzo Rotta – classe 1924, Nelly Perino – classe 1926, Paolo Piassot – classe 1929, Serafino Parenti – classe 1924). Sempre in quest’occasione, il “Premio Fedeltà Cogne” verrà consegnato ai 10 dipendenti (7 uomini e 3 donne) ancora in forza e con maggiore anzianità di servizio (Saverio Sergi, Franco Bagnoli, Marco Ruffino, Claudio Cerise, Walter Spigolon, Charmé Henriet, Giorgio Baruzzi, Antonietta Baggio, Luana Salzone e Monica Pirovano).

Alla cerimonia interverranno, oltre al Presidente della Cogne – l’Ing. Giuseppe Marzorati, il Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta – Augusto Rollandin, il Console Regionale della Federazione Maestri del Lavoro d’Italia – Luigi Busatto e, per una ricostruzione storico-sociale, Joseph Rivolin – Responsabile dell’archivio storico regionale. Seguirà un intrattenimento a tema industrial music, che riproporrà i suoni originali dello stabilimento CAS, che farà da prologo allo spettacolo “Cirko Vertigo” organizzato dalla Cittadella dei Giovani.

«Ad aprire la cerimonia di consegna delle onorificenze sarà il suono della vecchia sirena dello stabilimento – aggiunge Monica Pirovano, Amministratore Delegato dell’azienda –, che per decenni ha scandito i ritmi di vita di tutti gli abitanti di Aosta».

I festeggiamenti proseguiranno domenica 25 settembre, quando – dopo i saluti del Vice Presidente della Cogne Roberto Marzorati, del Sindaco di Aosta Fulvio Centoz e la benedizione del Vescovo di Aosta Mons. Franco Lovignana - verranno aperte le porte dello stabilimento per una visita, animata attraverso pannelli grafici e supporti multimediali, alle aree produttive che oggi rendono l’azienda una realtà solida e affermata sui principali mercati mondiali.

16 settembre 2016

#Delibere di Giunta (359) - #Mutui e #SantOrso

AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI

Reine de l’Espace Mont-Blanc
La Giunta regionale ha approvato la partecipazione della Regione - tramite gli Assessorati dell’agricoltura e risorse naturali e del territorio e ambiente - all’organizzazione della manifestazione Reine de l’Espace Mont-Blanc, che si svolgerà ad Aosta, il 22 ottobre 2016, per una spesa complessiva di 25 mila euro.

Mutui
L'Esecutivo ha poi approvato, ai sensi della legge regionale n.17 del 2016, i criteri applicativi relativi alla concessione di mutui a tasso agevolato, che saranno erogati da Finaosta mediante il prelievo dal Fondo di rotazione, per l’effettuazione di investimenti da parte di microimprese e piccole e medie imprese che soddisfano i criteri di cui al regolamento UE n. 702/2014, operanti sul territorio regionale nel settore della produzione agricola primaria e in quello della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, integrativi agli aiuti a fondo perduto previsti dal bando già approvato nell’ambito del Programma di sviluppo rurale 2014/20.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Sant'Orso
La Giunta regionale ha approvato il regolamento per lo svolgimento della 1017a Fiera di Sant’Orso, per una spesa complessiva di 568 mila 700 euro. L'esecutivo ha inoltre deliberato l'indizione di un concorso per l’ideazione grafica del manifesto e dell’immagine coordinata della 1017ª Fiera di Sant’Orso, che si terrà ad Aosta il 30 e 31 gennaio 2017 e del manifesto (visual) della 1017ª Fiera del legno di Sant’Orso di Donnas che si terrà a Donnas il 21 gennaio 2017.

14 settembre 2016

I 100 anni della #CogneAcciaiSpeciali

Il 24 e il 25 settembre la Cogne Acciai Speciali festeggia i suoi 100 anni di vita. Le celebrazioni cominceranno alle 17.45 con il suono della sirena dello stabilimento e l'intervento di Giuseppe RivolinResponsabile Archivio storico regionale, che ripercorrerà in pieno clima di storia economica le tappe della vita dello stabilimento. Saranno poi consegnati i titoli di Maestro del Lavoro a chi, in stabilimento, ha passato gran parte, se non integralmente, della propria vita lavorativa. Interverranno anche il Presidente Cogne Acciai Speciali S.p.A Giuseppe Marzorati, il Consigliere Nazionale della Federazione dei Maestri del Lavoro d’Italia Luigi Busatto  e il Presidente della Regione Valle d’Aosta Augusto Rollandin

Il giorno dopo la sirena suonerà di nuovo nello stabilimento alle nove del mattino. Seguirà la benedizione dello stabilimento da parte del Vescovo di Aosta, Mons. Franco Lovignana, preceduta dagli interventi del Vice Presidente Cogne Acciai Speciali S.p.A.Roberto Marzorati e del Sindaco di Aosta Fulvio Centoz. 

Seguirà la la visita guidata della fabbrica, con un percorso preparato per simulare gli impianti in funzione ed avere così un'idea del ciclo produttivo dell'acciaio, seppur specifico per la produzione di manufatti speciali per l'industria. 

13 settembre 2016

#Valfidi autorizzata da #Bancaditalia per la concessione dei finanziamenti nei confronti del pubblico: ora si va verso la fusione

Da sinistra l'autore di questo blog, il direttore di Valfidi Roberto Ploner e il Presidente Andrea Leonardi
Con lettera di accompagnamento del 7 settembre 2016, il DIPARTIMENTO VIGILANZA BANCARIA E FINANZIARIA della Banca d’Italia, ha trasmesso a VALFIDI s.c. il provvedimento del 30 agosto 2016 con il quale la società, presieduta da Andrea Leonardi e diretta da Roberto Ploner,  è stata autorizzata all'esercizio dell’attività di concessione dei finanziamenti nei confronti del pubblico, ai sensi degli articoli 106 e seguenti del Testo Unico Bancario. 

«Questo raggiunto epilogo - si legge in una nota - rappresenta un importante traguardo della Società, avviato con l’ottenimento della iscrizione all’Elenco degli Intermediari Finanziari ex art. 107 del TUB, occorso il 10 aprile 2010, e successivamente richiesto di completamento con l’istanza di autorizzazione per l’iscrizione all’Albo previsto dall’articolo 106 del D.Lgs. 385/1993 (Testo Unico Bancario), avanzata da VALFIDI s.c. lo scorso 9 ottobre 2015. Il sostegno fornito dalla società agli operatori economici valdostani, quindi, si avvalora; e la concessa garanzia da parte di VALFIDI s.c. continuerà ad essere apprezzata quale effettivo suffragio per l’accesso al credito delle imprese operanti nella Regione Autonoma Valle d’Aosta». 

«Le esigenze delle imprese - si legge ancora - aumentano; e il delineato nuovo mercato del credito comporterà la possibilità di migliorare ed ampliare la sfera dei servizi e dei prodotti offerti ai soci. Soddisfatti gli adempimenti previsti ed indicati dalla Banca d’Italia, potranno ora essere avviate le conclusioni delle intese già manifestate e le operazioni di fusione con il CONFIDI DELLA VALLE D’AOSTA, aggregazione auspicata da più parti e dalla medesima Autorità di Vigilanza. L’obiettivo precipuo sarà quello di rafforzare il ruolo del Confidi unico e di valorizzarne il ruolo di sostegno alla economia della Regione valle d’Aosta. Sarà oltremodo opportuno che le Istituzioni Pubbliche continuino a dare sostegno al sistema della “garanzia confidi”, così come hanno sempre fatto, e che i confidi, unitamente al ceto bancario attuino una diversa politica di relazione con le imprese per la concessione del credito. E’ stato quello di VALFIDI s.c. un costante lavoro, poliennale e dalle conclusioni fortemente volute, attuato con spirito mutualistico, nella convinzione della concreta valenza di una attività ispirata dal servizio reso nell’esclusivo interesse dei soci». 

Una storia importante che attraversa quattro decenni visto che Valfidi, nata come Consorzio Confidi tra gli Artigiani dell’associazione Artigiani Della Valle d’Aosta, il 21 ottobre 2017 compirà proprio 40 anni. E che potete trovare anche in tanti post ospitati da questo blog. Buona lettura.

9 settembre 2016

#Delibere di Giunta (358) - #FieraMilano


 
ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

FieraMilano
Il Governo regionale ha approvato la partecipazione della Regione, per il tramite dell’Assessorato, alla manifestazione Artigianato in Fiera 2016, che si terrà dal 3 all’11 dicembre a FieraMilano. La partecipazione rientra nel sostegno regionale alle iniziative finalizzate allo sviluppo delle imprese artigiane.

FSE
E’ stato approvato l’evento annuale Semaine du FSE, de l’emploi et de la formation : dal 3 al 7 ottobre saranno promossi, attraverso vari eventi, gli interventi e le opportunità che il Fondo sociale europeo destina ai giovani e alle politiche del lavoro.

Mutui
E’ stato dato parere favorevole alla prima graduatoria stilata sulle domande di mutuo presentate per la realizzazione di interventi destinati alla trasformazione edilizia e impiantistica nel settore dell’edilizia residenziale. 

7 settembre 2016

Buon #SanGrato a tutti

Oggi alle 9,30 in Cattedrale il Vescovo di Aosta, Mons. Franco Lovignana, celebra solennemente San Grato, patrono della Diocesi e della Città.

Sul Corriere della Valle d'Aosta che arriverà nelle vostre case domani se siete abbonati o che troverete venerdì in edicola  la cronaca dell'evento e il testo integrale della lettera pastorale dal titolo «Il regno di Dio è come un uomo che getta il seme nella terra (Mc 4,26)». 

Nell'immagine la copertina degli orientamenti pastorali che prende spunto dalla parabola del seminatore.. 

Buona festa e buona lettura.

6 settembre 2016

Siccità in alpeggio: per #Coldiretti pericolo #désarpa anticipata per molti


Le condizioni Meteo  incidono fortemente sulla  la fine della stagione di monticazione. In questa logica Coldiretti fa sapere come «una  estate particolarmente soleggiata con una mancanza prolungata di perturbazioni sta portando una diffusa siccità negli alpeggi, sia nei tramuti alti che in quelli medi dove – evidentemente – non esistono impianti di irrigazione ma ci si affida solamente alla pioggia che, normalmente e a quelle quote, non rappresenta mai un problema».

«Quest’anno siamo in grave difficoltà  – afferma il presidente Coldiretti, Giuseppe Balicco – soprattutto negli alpeggi , ma  arrivano già  anche i primi segnali  dalle zone più basse dove le riserve necessarie al funzionamento degli impianti irrigui non riescono ad approvvigionarsi a sufficienza.  La stagione era iniziata bene, i pascoli erano floridi a causa delle piogge primaverili, poi caldo sole e vento ci stanno  portando ad una chiusura di stagione disastrosa. Alcuni  alpeggiatori, stanno già valutando – se la situazione di mancanza di pioggia continuerà a perdurare – una désarpa anticipata rispetto al periodo tradizionale;  d’altronde se diventa impossibile pascolare non si può far altro abbiamo ancora pochi giorni, speriamo in un cambiamento delle condizioni atmosferiche».

#BCCValdostana: Assemblea straordinaria dei soci il 25 settembre

Marco Linty, Presidente della BCC Valdostana
Domenica 25 settembre, ad AOSTA, presso l'area Espace Aosta ex Pépinière Area Cogne) – Via Lavoratori Vittime Col du Mont,  con inizio alle 11.00, si terrà l’Assemblea Straordinaria dei Soci della Banca di Credito Cooperativo Valdostana (Presidente Marco Linty e Direttore Maurizio Barnabé).

All’ordine del giorno: l’approvazione del progetto di fusione per incorporazione della società interamente posseduta Bâtiments Valdôtains Srl da parte della società Banca di Credito Cooperativo Valdostana s.c.

Seguirà la Festa del Socio con il seguente programma: ore 9.30 Santa Messa, ore 10.30 premiazione Borse di Studio A.S.I.V.A., ore 11 svolgimento Assemblea Straordinaria, ore 12.30 aperitivo e ore 13 pranzo sociale, pomeriggio danzante e intrattenimento

3 settembre 2016

La storia di #Confindustria Valle d’#Aosta (quarta e ultima puntata)

In attesa che sia disponibile anche la versione ebook gratuita del mio libro sui 70 anni di Confindustria Valle d'Aosta concludo il miniciclo dedicato ad una sintetica storia dell'Associazione. Qui trovi tutte le puntate.

Renzo Vuillermoz: una nuova stagione
E' il 1991 e cambia il Presidente, ma questo avvicendamento coincide anche con una nuova stagione per l'Associazione perché, dopo 12 anni di un imprenditore edile alla guida dell'A.V.I., viene eletto Renzo Vuillermoz, fondatore della Tecnomec, operante nel settore della deformazione a freddo dei metalli, nello stampaggio e nell'assemblaggio di componenti metallici. In questi anni l'A.V.I. firma la costituzione della società Centro Sviluppo che ha come obiettivo il supporto e l’assistenza alle PMI che, in parte, raccoglie le istanze delle Associazioni di Categoria che chiedevano da anni la “ricostituzione” della Camera di Commercio.

La  Sezione Edilesi struttura con una propria sede e per essere più vicina ai propri iscritti ed esce con una pubblicazione mensile “Costruire in Valle d'Aosta” che raccoglie le testimonianze degli imprenditori, mette l'accento su temi di attualità e racconta la vita associativa.

Sempre nel 1991, l’Associazione promuove tra i propri iscritti la costituzione del CEV, Consorzio Elettrico Valdostano, che ha lo scopo di garantire condizioni di favore per l’acquisto di energia elettrica; purtroppo, a causa di vari ricorsi, della burocrazia e del venir meno delle condizioni per assicurare consistenti riduzioni del
costo energetico, questo progetto non decollerà maie nel 2001 verrà messo in liquidazione, anche perché nel frattempo CVA aveva  dato avvio alla costituzione di un analogo Consorzio, Idroelettrica, che garantiva  migliori condizioni di favore alle imprese valdostane.

Nel 1994, in attuazione di alcune normative europee, esce il decreto legislativo 626/04 che regolamenta  in
modo organico la sicurezza sui luoghi di lavoro e l'Associazione assiste le imprese associate
organizzando, con il supporto di Centro Sviluppo, corsi di formazione per i datori di lavoro, lavoratori,
RSPP e RLS.

Paolo Musumeci: ricambio generazionale
Passano sei anni e  Paolo Musumeci, già Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori, per cinque anni prende le redini dell'A.V.I. Nel 1997 l’A.V.I., insieme alla Finaosta, alle altre Associazioni di Categoria e alle Organizzazioni sindacali, fonda Progetto Formazione, punto di riferimento per la formazione professionale nel contesto locale attraverso l'erogazione di servizi destinati a utenti privati e pubblici. Nel 1998 l’Associazione, congiuntamente alle altre Associazioni imprenditoriali e dei liberi professionisti, riprendendo un percorso avviato all'inizio degli anni 80, decide di avviareuna fase di attiva collaborazione nel dibattito che si era aperto in Valle sulla riforma del sistema camerale, che porterà nel 2002 all’approvazione della L.R. 7/2002 e alla costituzione della Chambre Valdôtaine.

Nel 1998 l’A.V.I. riorganizza la struttura interna  e inizia ad organizzare anche dei corsi di formazione per gli Associati con la sua società di servizi A.V.I. Servizi S.r.l..
Sono gli anni delle 35 ore e del rogo del Traforo del Monte Bianco, che vedono impegnata a livello nazionale l'Associazione, che incontra a più riprese il Ministro dei Trasporti e dei Lavori Pubblici per sollecitare la riapertura del Tunnel e in quell'anno, 1999, l'A.V.I. ospita per la prima volta un Presidente nazionale, è Giorgio Fossa, che interviene ad Aosta per parlare di questa tragedia.E' il 2000 e la Valle d'Aosta viene
colpita da un evento alluvionale senza precedenti,  pagando un prezzo altissimo in termini di vite umane e di danni a persone e cose.  L'A.V.I., insieme al Confidi Industriali, non rimane passiva e costituisce un fondo alluvione per dare un primo sostegno a lavoratori di imprese associate colpiti  dal tragico evento e ospita alcune famiglie di Nus che erano state evacuate dalle loro abitazioni. Sono gli anni della costituzione del Fopadiva e della sottoscrizione del Patto per lo Sviluppo. L'A.V.I. ospita Andrea Pininfarina e Carlo Callieri che intervengono in due importanti convegni.

Confluiscono nell'A.V.I. le imprese ex Intersind che, con il progressivo smantellamento delle partecipazioni statali, nel 1998 aveva cessato la sua vita autonoma, e rientra a far parte dell’A.V.I. anche la Cogne Acciai Speciali.

Giuseppe Bordon: arriva Montezemolo
Nel 2002 viene eletto Presidente Giuseppe Bordon(Savda) che rimane in carica per sette anni.
L’Associazione, congiuntamente all’Isip Corrado Gexdi Aosta, a Projet Formation e a Eltek, partecipa al progetto di Istruzione e formazione Tecnica Superiore IFTS “Manutentore tecnologico” organizzato dal Politecnico di Torino, finanziato dal FSE, che si chiuderà a luglio 2003, dopo un lungo percorso di formazione avviato nel 2001.

A Saint-Vincent, nel 2007, viene a parlare il Presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo. Nello stesso anno l'Associazione, per adeguarsi alla riforma nazionale, approva un nuovo Statuto e cambia denominazione, nasce Confindustria Valle d'Aosta, ma ci vorranno diversi anni prima che tutti si abituino a chiamarla così e non più con l'acronimo A.V.I. Nel 2005 viene festeggiato il trentennale del Confidi Industriali e nello stesso anno vengono celebrati i 60 anni dell'Associazione con una cerimonia privata nel corso della quale vengono premiate 11 imprese storiche per la loro fedeltà associativa. L'Associazione interviene più volte sul Governo regionale sul tema della politica delle aree industriali che porterà a due risultati importanti per il settore: viene tolto il vincolo di inalienabilità che consentirà a diverse imprese di acquistare lo stabilimento realizzato con il diritto di superficie e viene trovata una soluzione all'annoso problema delle locazioni degli immobili industriali. In questo periodo viene costituita, insieme a Cigl, Cisl, Savt e Uil l'articolazione territoriale Fondimpresa Valle d'Aosta, fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua di operai, impiegati e quadri. Sono gli anni del passaggio storico del patrimonio industriale dalla Regione a Structure Vallée d'Aoste.

Monica Pirovano: la prima volta di una donna alla Presidenza
Nel 2009 viene eletta alla presidenza per la prima  volta una donna, è  Monica Pirovano  (Cogne Acciai Speciali) che presiede l'Associazionefino al 29 giugno 2015. L'Associazione si trova ad affrontare una crisi internazionale senza precedenti ma riesce, malgrado tutto, a rafforzare e consolidare la base associativa, tanto che gli associati, al netto delle uscite, passano dai 134 del 2009 ai 158 di giugno 2015, con una crescita del 17,91%. Vengono organizzate tavole rotonde ed eventi, trattando sempre temi nuovi, occasioni soprattutto per incontrare e far conoscere imprenditori, alcuni con importanti incarichi nel sistema confederale, provenienti da altri territori, come Aldo Bonomi, Alberto Barcella, Alberto Bertone, Giuseppe Oriana e Guido Martinetti. L'obiettivo è stato quello di mettere aconfronto esperienze diverse per far nascere nuove idee di intesa e collaborazioni per progetti concreti di rete da sviluppare per il futuro. Sono ospiti dell'Associazione, la Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, che riscuote un successo strepitoso con oltre 450 presenze, Diana Bracco, Vice Presidente nazionale, Vincenzo Boccia, allora Presidente nazionale Piccola Industria e Marco Gay, Presidente nazionale del Gruppo Giovani. 

Il resto è storia recente con dal giugno 2015 la Presidenza di Paolo Giachino, direttore generale della Compagnia Valdostana delle Acque.

2 settembre 2016

#Delibere di Giunta (357) - Quarto anno all'Institut Agricole Régional



AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI

Terra madre
E’ stato dato parere favorevole all’organizzazione e alla partecipazione della Regione per il tramite dell’Assessorato dell’agricoltura e risorse naturali alla manifestazione Terra madre – Salone del gusto 2016, in programma dal 22 al 26 settembre a Torino.


ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Formazione professionale
Il Governo regionale ha approvato l’attivazione, a titolo sperimentale a partire dal prossimo anno scolastico di una offerta formativa di istruzione e formazione professionale che prevede un quarto anno per gli studenti che escono dal percorso triennale di Operatore agricolo presso l’Institut Agricole Régional.

FSE
Sono state approvate funzioni e procedure dell’autorità di gestione e dell’autorità di certificazione per gli interventi finanziati dal Programma investimenti in favore della crescita e dell’occupazione – FSE 2014-2020.


TERRITORIO E AMBIENTE

Qualità dell'aria
La Giunta ha approvato il disegno di legge destinato all’aggiornamento del Piano regionale per il risanamento, il miglioramento e il mantenimento della qualità dell’aria per il periodo 2016-2024.

TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Sci nordico
E’ stata approvata la graduatoria dei finanziamenti relativi all’anno 2015 per gli interventi che sono stati destinati allo sviluppo dello sci nordico.

Funivie Monte Bianco
E’ stato dato mandato alle funivie Monte Bianco di verificare la fattibilità di nuovi utilizzi dell’ex stazione funiviaria del Pavillon, che contemplino anche uno sviluppo di nuove attività commerciali nel complesso della Skyway.

Raccolta fondi per il #terremoto promossa da #Confindustria, #CGIL, #CISL, #SAVT e #UIL

Confindustria Valle d’Aosta e le Segreterie regionali di CGIL, CISL, SAVT e UIL, unitamente alle Federazioni di categoria, in analogia con gli interventi concordati e svolti in precedenti occasioni, aderiscono all'iniziativa promossa a livello nazionale da Confindustria, Cgil Cisl Uil che, di fronte alla drammaticità della situazione determinatasi a causa del sisma che ha colpito le popolazioni dei territori del Centro Italia, hanno deciso congiuntamente di attivare un "Fondo di intervento a favore delle popolazioni del Centro Italia" nel quale confluiranno contributi volontari da parte dei lavoratori di tutto il territorio nazionale, pari a un'ora di
lavoro e un contributo equivalente, per ogni lavoratore, da parte delle imprese.

Con questa iniziativa si intende promuovere la raccolta in azienda di contributi volontari tramite apposita delega rilasciata dai singoli lavoratori, con la quale verrà autorizzata la trattenuta dalla busta paga dell'equivalente di 1 ora di lavoro.

Questi contributi verranno raccolti tramite il c/c con Codice IBAN:
IT94V0103003201000002589031 BIC - PASCITMMRM attivato presso il Monte Paschi di
Siena intestato a CONFINDUSTRIA, CGIL, CISL, UIL FONDO DI SOLIDARIETA’ PER LE
POPOLAZIONI CENTRO ITALIA.

La raccolta fondi terminerà il 31 gennaio 2017.

Gli eventuali versamenti aggiuntivi da parte delle imprese potranno essere effettuati direttamente su questo conto corrente bancario, fermo restando la piena deducibilità degli importi versati.

Confindustria e Cgil, Cisl e Uil effettueranno una valutazione puntuale sulle modalità dell’intervento entro il prossimo mese di ottobre, in coerenza con le indicazioni delle istituzioni locali e delle autorità preposte al piano di ricostruzione, nei modi e con le forme che ne garantiscano la certezza della destinazione – comunque a sostegno di servizi/strutture di pubblica utilità – e il loro più rapido utilizzo, considerata la gravità della
situazione e la necessità di avviare al più presto la ricostruzione.

1 settembre 2016

Al via l’allternanza #scuola-#lavoro al #LiceoLinguistico di #Courmayeur


Mercoledì 31 agosto, il coordinatore delle attività didattiche, Franco Cosssard insieme ad alcuni insegnanti del Liceo Linguistico di Courmayeur hanno incontrato i rappresentanti di enti e di attività alberghiere presenti sul territorio, con il fine di presentare alle realtà imprenditoriali, culturali e promozionali della Valdigne il progetto di Alternanza scuola-lavoro del Liceo.

Il Liceo Linguistico di Courmayeur si è prefisso infatti di anticipare i tempi facendo proprie da subito le indicazioni fornite dalla Legge n. 107 del 2015, definita “Buona scuola”. Già a partire dal corrente anno scolastico partirà dunque l’adeguamento alle richieste fornite dalla riforma scolastica, attuata nel resto d’Italia e in corso di adeguamento nella nostra regione.

In questo contesto rientra l’attuazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro con imprese, associazioni pubbliche e private disponibili ad accogliere gli studenti per degli stage in azienda. Da parte del Liceo vi è la volontà di collaborare in modo più stretto con le realtà presenti sulla Valdigne cercando, grazie anche alla flessibilità scolastica, di formare gli alunni attraverso un percorso didattico d’anticipo incentrato sulle reali esigenze delle aziende che accoglieranno gli studenti liceali.

A tale scopo le aziende sono state invitate a fornire indicazioni e “desiderata” riguardo le competenze attese dagli stagisti al fine di avviare presso le proprie strutture un percorso formativo e lavorativo proficuo. Gli insegnanti del Liceo predisporranno, una volta ricevute tali indicazioni, un percorso didattico appositamente costruito all'interno delle due aree di approfondimento attivate dal Liceo: “scienze dello sport” e “scienze del turismo”.

Gli stage partiranno già nell'anno scolastico 2016/2017 e ad essi sarà applicata la stessa flessibilità della didattica: saranno gli enti a individuare i periodi più indicati anche in relazione al calendario didattico.

29 agosto 2016

Fino al 31 ottobre presentazione domande per la promozione di prodotti agricoli e alimentari


L'Assessorato dell’Agricoltura e Risorse naturali comunica che da giovedì 1° settembre sino a lunedì 31 ottobre sarà possibile presentare le domande di aiuto per la concessione dei contributi relativi alla sottomisura 3.2 del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020.

La sottomisura prevede aiuti a sostegno delle associazioni di produttori per azioni informative e promozionali che riguardano in via esclusiva i prodotti tutelati dai regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari riconosciuti a livello comunitario (DOP, DOC, prodotti da agricoltura biologica, indicazione facoltativa “prodotto di montagna”, indicazione geografica delle bevande spiritose, Sistemi di Qualità Nazionale).
Attraverso tali aiuti si intende perseguire l’obiettivo di sensibilizzare i consumatori sulle caratteristiche dei prodotti che rientrano nei sistemi di qualità, favorendone il riconoscimento del valore qualitativo.

Possono accedere al sostegno le associazioni di produttori, costituite in qualsiasi forma giuridica, che siano coinvolte attivamente in uno o più regimi di qualità.

Le domande possono essere presentate allo Sportello Unico dell’Assessorato Agricoltura e Risorse naturali, in località Grande Charrière n. 66 di Saint-Christophe. Per ulteriori informazioni è possibile chiamare l’Ufficio Promozione al numero 0165.275258 o consultare la pagina internet ad hoc.

26 agosto 2016

#Delibere di Giunta (356) - #Novasis e #StudioPlus


ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Contratti di locazione
E’ stata concessa l’autorizzazione a Vallée d’Aoste Structure per la stipula di un contratto di locazione alla società Novasis, per un immobile situato nella Pépinière d’Entrepise nel Comune di Pont-Saint-Martin. Analogamente è stata autorizzata Vallée d’Aoste Structure a stipulare un contratto di locazione con lo studio di professionisti associati Studio Plus di Aosta, per un immobile nel capoluogo regionale. 

25 agosto 2016

Cresce il numero di imprese giovanili in Valle d’#Aosta

La Chambre Valdôtaine informa che, nel II° trimestre 2016, cresce il numero di imprese condotte da giovani imprenditori con meno di 35 anni. A fronte di 71 nuove iscrizioni (33% del totale), si registrano infatti 26 cessazioni non d’ufficio, con un saldo positivo di 45 nuove imprese.

Il dato assume particolare rilevanza se si considera che le imprese giovanili rappresentano il 66,2% del saldo positivo complessivo di 68 nuove imprese registrate nel periodo. La performance colloca la Valle d’Aosta al terzo posto a livello nazionale solamente dietro a Piemonte (75,3%) e Campania (68%), e ben al di sopra della media nazionale (54,1%).

Nella nostra regione le imprese giovanili hanno una incidenza dell’8,8% sul totale delle imprese, al di sopra della media del Nord Ovest (8,6%) anche se inferiore alla media nazionale (9,6%).

Al II° trimestre 2016 le imprese giovanili operanti in Valle sono 1139 principalmente localizzate nel settore delle costruzioni (242), del commercio (171), del turismo (159) e dell’agricoltura (151).

«Quella delle imprese giovanili è una performance particolarmente interessante – spiega il Presidente della Chambre Valdotaine, Nicola Rossetche lascia ben sperare per il futuro. Senza il necessario ricambio generazionale le imprese sono destinate ad invecchiare. Il futuro è sempre più legato alla capacità di innovazione, alla digitalizzazione dei servizi e al saper sfruttare al meglio le opportunità offerte dalle nuove tecnologie. In questo senso il dato che vede aumentare il numero delle imprese gestite da giovani imprenditori non può che farci piacere. Ora è necessario proseguire il lavoro, prestando attenzione al processo di formazione professionale dei nostri giovani e cercando di indirizzare nella maniera più efficace il percorso di inserimento nel mondo del lavoro, anche attraverso un costante dialogo con il mondo delle imprese».

22 agosto 2016

La #ristorazione ad #Aosta: qual è la tua opinione?


Una decina di giorni fa ho partecipato alla trasmissione radiofonica di Rai 3 Valle d'Aosta «R...estate con noi» condotta da Luciano Caveri e in virtù del mio sondaggio sulla ristorazione valdostana, giunto alla sua sesta edizione, sono stato interpellato sullo stato del'arte dell'accoglienza gastronomica nella nostra regione.

In particolare ho detto che ragionando in termini di ristorazione media con un occhio ai sapori tipici Aosta era più deficitaria rispetto al resto della Valle. Quello che però non ho fatto è segnalare comunque la presenza di alcune realtà, peraltro colte anche dai miei sondaggi. Un po' di pudore nell'apparire eccessivamente promozionale e il timore di non essere esaustivo mi ha fatto propendere per un giudizio più tranchant. Sul mio blog sono più tranquillo.

Dato per assodato che in questo ragionamento non può rientrare lo stellato «Vecchio ristoro», che si confronta ad altri livelli, mi preme però ricordare il «Sur la place» da tempo presente ai nastri di partenza del mio sondaggio, e ritengo sia giusto segnalare anche la recentissima new-entry Brasserie d'Europe.

Tu cosa nei pensi? Quali altri ristoranti segnaleresti? E perchè? Scrivi la tua nello spazio commenti.

19 agosto 2016

Avviata collaborazione tra l’Associazione Italiana Sommelier Valle d’Aosta e Ascom Confcommercio Imprese per l’Italia Valle d’Aosta

Da sinistra Moreno Rossin e Pierantonio Genestrone
Una convenzione siglata oggi, 19 agosto, segna l’avvio della collaborazione tra l’ Associazione Italiana Sommelier Valle d’Aosta e Ascom Confcommercio Imprese per l’Italia  Valle d’Aosta.  «Si tratta - spiegano Moreno Rossin, Presidente Ais VdA e Pierantonio Genestrone, Presidente Confcommercio VdAdi un atto concreto che può rappresentare un tangibile aiuto ai nostri associati assicurando servizi e mettendo a disposizione competenze e professionalità».

AIS Valle d’Aosta si occupa fin dalla sua fondazione nel 1965 prevalentemente della formazione della figura professionale del Sommelier e della promozione e valorizzazione della cultura del vino e dell’enogastronomia regionale e nazionale Confcommercio VdA da 70 anni è al servizio del Commercio, del Turismo e delle attività di alberghiere e di ristorazione. E’ l’unica associazione di settore attiva in Valle d’Aosta di rappresentanza sindacale autorevole e influente nel dialogo con la Regione, gli enti pubblici, le Amministrazioni locali.

Rossin, osserva che l’intesa vuole anche essere: «Una nuova opportunità per fare squadra perché solo uniti possiamo superare le criticità e guardare con ottimismo al domani». Genestrone, soddisfatto dell’intesa, che giunge dopo alcune settimane di confronto, definisce l’accordo «Un ulteriore tassello per rafforzare il comparto che è la spina dorsale dell’economia valdostana».

Punti salienti dell’intesa:

1)      AIS Valle d’Aosta riserverà ai soci Confcommercio Valle che frequenteranno i corsi quote di iscrizione scontate.

2)      Gli Associati AIS, che, avendo una attività commerciale, che si iscrivono a Confcommercio potranno godere di tariffe agevolate per l’iscrizione e per i servizi.


Le due Associazione organizzeranno, inoltre, iniziative di co-marketing.

#Delibere di Giunta (355) - Promozione dell’immagine turistica




TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Promozione dell’immagine turistica 
Nell’ambito degli interventi a sostegno della promozione dell’immagine turistica della Valle d’Aosta, è stato dato parere favorevole alla partecipazione della Regione, attraverso l’Assessorato al Turismo, alla 14a edizione dell’Ultra Trail du Mont Blanc, che dal 22 al 28 agosto impegnerà oltre 7 mila 500 corridori, in 5 gare attorno al Monte Bianco. L’impegno di spesa previsto è di 15 mila euro.

15 agosto 2016

Assunzione della Beata Vergine Maria

L’odierna pagina del Vangelo (Lc 1,39-56) ci presenta Maria che, subito dopo aver concepito Gesù per opera dello Spirito Santo, si reca dall’anziana parente Elisabetta, anch’essa miracolosamente in attesa di un figlio. In questo incontro pieno di Spirito Santo, Maria esprime la sua gioia con il cantico del Magnificat, perché ha preso piena coscienza del significato delle grandi cose che si stanno realizzando nella sua vita: per mezzo di lei giunge a compimento tutta l’attesa del suo popolo.
Ma il Vangelo ci mostra anche qual è il motivo più vero della grandezza di Maria e della sua beatitudine: il motivo è la fede. Infatti Elisabetta la saluta con queste parole: «Beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto» (Lc 1,45). La fede è il cuore di tutta la storia di Maria; lei è la credente, la grande credente; lei sa – e lo dice – che nella storia pesa la violenza dei prepotenti, l’orgoglio dei ricchi, la tracotanza dei superbi. Tuttavia, Maria crede e proclama che Dio non lascia soli i suoi figli, umili e poveri, ma li soccorre con misericordia, con premura, rovesciando i potenti dai loro troni, disperdendo gli orgogliosi nelle trame del loro cuore. Questa è la fede della nostra Madre, questa è la fede di Maria! 

Papa Francesco - Angelus 15 agosto 2015
 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web